Fotografare l’inverno

Ogni anno, condizioni meteo permettendo, si rinnova la magia dell’inverno. Quelle sottili sfumature, quelle ombre delicate, cieli chiari e freddi, sembrano la cornice ideale per immortalare il meglio di questa stagione.
Eppure non è così scontato fotografare la neve, personalmente la trovo un soggetto difficile.
Sono vari i fattori che ne complicano la buona riuscita, primo fra tutti la notevole escursione luminosa tra ombra e luce che può ingannare i sensori meno performanti (per esempio quello del nostro smartphone)
Se poi ci si mette anche una bella inversione termica il gioco è fatto.
Tuttavia nonostante la difficoltà tecnica lo trovo stimolante, finalmente posso godere di un paesaggio meraviglioso (inutile dilungarsi sul fatto che sia bello, tutti conosciamo la magia della neve)
E’ rigenerante poter godere di una limpida mattina dopo una bella nevicata, brume, nebbie, luci che si fondono,alberi che sembrano fuoriusciti dall’estro di un artista talentuoso, dipinti su nuovi pendii, acquistano nuove forme e nuove dimensioni.
Cambiano anche i paesi, pupazzi sulle cime innevate, vedette come falchi appollaiati.
Adoro l’inverno.

Daniele Marioli

Zenevredo, piccolo grande paese.

Zenevredo, appare per la prima volta in un atto di donazione al Vescovo di Pavia nel 976, intorno al 1100 viene citato un Castello o Castellaro, di importanza per la storia di questo paese fu la presenza delle monache di S.Maria di Teodota che possederono beni e giurisdizioni fino alla fine del feudalesimo nel 1797.

Oggi è un solare villaggio dedito all’agricoltura e alla viticoltura, che nei sui colli ben esposti e nel terreno ricco e fertile, si esprimono forti vitigni che regalano ottimi  vini e spumanti. 

Paesaggi innevati

Gli inverni in Oltrepò Pavese possono essere molto variabili dal punto di vista climatico, questa terra a metà strada tra pianura e mare, spesso subisce influenze meteorologiche alterne e assai mutevoli di anno in anno. Certo è, che resta una delle stagioni più affascinati, specialmente in caso di una bella nevicata.

Autunno in Oltrepò

Nel susseguirsi delle stagioni, sicuramente tra le più ricche di fascino qui in Oltrepò, vi è l’autunno. Inutile forse dilungarsi troppo in descrizioni, perchè mai come in questa stagione, a parlare sono le immagini. Dagli ordinati filari della Val Versa, dove Canneto Pavese si lascia incorniciare da una moltitudine di colori, a ricordare la sua fortissima vocazione vinicola che ha reso questa valle famosa nel mondo con i suoi vini di pregio dalle peculiarità uniche. Più in alto (così si usa dire per indicare le zone dove le colline stanno per trasformarsi in montagne) Zavattarello è invece immerso in un contesto molto più boschivo, dove la roverella, il carpino, il ginepro e la quercia, ma anche castagni e noccioli, si tingono delle sfumature autunnali. Qui la natura si prepara al riposo, tassi, volpi, lepri, iniziano a infoltire la pelliccia, l’aria si fa presto frizzante, e la natura, attende l’arrivo dell’inverno.

Daniele

 

Per favore non scaricare le nostre fotografie. Contattaci!

Utilizzando il sito Oltrepò-Pavese.t accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi